mercoledì 20 luglio 2016

Così abbiamo scoperto di aspettare una nuova vita


Di buon mattino abbiamo scoperto che era in arrivo una nuova vita nella nostra famiglia. Sono un tipo mattiniero. E già dalle sei mi muovo casa casa. Che faccio? Amo leggere i giornali, qualche pagina di un buon libro tra i diecimila poggiati sul comodino e fare colazione al bar (ho una mappa dei bar mattinieri). 
Quella fatidica giornata, mi ero svegliato con una canzoncina per la testa e avevo deciso di dare, proprio su quelle note, il buongiorno a mia moglie, vittima nolente delle mie vessazioni musicali. La canzone era "Silvano" di Jannacci

Di tutto mi ero accorto tranne che sul suo comodino era poggiato un test di gravidanza. Alessandra svincolandosi elegantemente dal mio abbraccio andava dritta in bagno. Io, dal canto mio, continuavo ad ascoltare "Silvano" (con buona pace dei vicini), accennando anche un simpatico balletto. Pochi minuti dopo vedo Alessandra, davanti alla porta della camera da letto, con qualcosa che teneva tra le mani ad altezza bocca. La voce tremula: "Giovanni...". Non vi nascondo che tutto potevo immaginare tranne che ad un test di gravidanza. Per via della luce fioca pensavo si trattasse di un termometro. "Hai la febbre?!". "Ma no! Aspettiamo un bambino". 

Non avevamo programmato nulla.
Ci siamo sempre detti che se era bene per noi, i figli sarebbero arrivati. E sarebbero stati la nostra gioia. Ora immaginate lo stato confusionale di dover reggere una situazione del genere sulle note di Silvano.

Ovviamente, nessuna parola è stata detta. Ma solo un lungo e forte abbraccio che ha accompagnato uno dei momenti più belli della nostra vita.

Non ci siamo, comunque, fermati a quel test di gravidanza. Alessandra ha consultato 8.132 siti in cui erano indicate le percentuali di inattendibilità di quel tipo di test. Ed è così che dopo l'acquisto di un nuovo test (esito nuovamente positivo), è stato fatto anche un ulteriore esame. Quello delle Beta HCG. Si tratta di un esame del sangue, più precoce rispetto a quello delle urine. In pratica il prelievo può essere fatto già a 7 - 10 giorni dal presunto concepimento. La risposta ci è arrivata nel pomeriggio. Da allora solo preparativi e tanti sogni

Nessun commento:

Posta un commento