lunedì 10 luglio 2017

L'amore per la lettura di Rosa Maria


Rosa Maria ha appena due anni e mezzo. E legge. Lo so, lo so. Ho appena scritto una sciocchezza. Eppure, vi assicuro, che se passate una giornata a casa nostra vi potreste facilmente ricredere. Andiamo con ordine. Da noi non mancano i libri. Il vero topo da biblioteca è mia moglie Alessandra. Divora volumi, uno dopo l'altro. Il suo comodino e il divano in salotto non vedono lo stesso titolo per più di una settimana, massimo due. Anch'io amo leggere: ma sono molto più morigerato. Ad ogni modo, ci sono centinaia (e non esagero) di libri sparsi per casa. Abbiamo un ambizioso progetto: realizzare una biblioteca. Ma attendiamo risorse economiche per ora assenti e, soprattutto, dobbiamo ancora individuare la stanza dove sistemare e catalogare il tutto. 
Torniamo a Rosa Maria. Lei ci vede spesso in buona compagnia (dei libri) nel corso della giornata. La sera, quando seguiamo qualche film in tv, e lei a prendere a dare il buon esempio. Ha uno scaffale riservato con volumi di storie per bimbi, album da disegno e fogli. Ne sceglie uno, lo poggia sul tappetto e comincia a sfogliare e sillabare parole inesistenti. La cosa davvero curiosa è che a lei non importa attrarre l'attenzione. Alle volte, anche durante il giorno, la troviamo sola soletta, rannicchiata in salotto, che "legge" sottovoce. E' una cosa che mi fa sorridere tanto.

Nessun commento:

Posta un commento