Follow Us @giovannivillino

PAPATUMPETE: che vuol dire?



Non vuol dire nulla. Insomma, cercavo un nome originale da dare a questo blog. Allora mi sono concentrato così tanto che non ho trovato nessuna idea particolarmente brillante. Alle nostre latitudini c'è un detto: 'cchiù longa è a pinzata, 'cchiù grossa è a minc... Insomma più si sta a pensare, più sarà probabile la nascita di una idea sciocca.

Mi è bastato guardare alla vita di ogni giorno e, in particolare, a quell'episodio ricorrente la cui visione toglie anni di vita e impone a noi genitori un'assoluta dissimulazione: le cadute. Sì, quando cade un bambino occorre fare finta di nulla: sorridere e non accrescere la sua preoccupazione. Rassicurarlo sul fatto che può accadere. Essendo uno che non si fermava mai, quando ero piccolo sentivo spesso accompagnare ogni caduta col fatidico: patapumpete!

Ecco, ho preso in prestito questa espressione e l'ho adattata al mio blog di papà. Nasce così PAPAtumpete. Perché diciamocelo senza troppi giri di parole: di cadute noi genitori ne facciamo tante e, per fortuna, spesso sono cose assai buffe. Buffe al punto giusto. Sperando sempre che i figli ce le possano in futuro perdonare.

Nessun commento:

Posta un commento