Visualizzazione post con etichetta primi mesi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta primi mesi. Mostra tutti i post

mercoledì 4 gennaio 2017

I primi passi e le prime passeggiate - VIDEO

Le passeggiate con Rosa Maria sono una scoperta continua. Cambia la prospettiva, la velocità del passo, l'attenzione ai particolari, i percorsi stessi. Basta una manina minuscola per modificare profondamente qualsiasi prospettiva. A Rosa Maria piace tanto camminare e poco stare in braccio. Gli itinerari lunghi, in questo senso, favoriscono, e di molto, l'approccio sia con la piccola che con se stessi. Ma andiamo con ordine. Rosa Maria ha mosso i suoi primi passi a circa dieci/undici mesi. Con Alessandra abbiamo voluto sin dall'inizio darle fiducia. 

mercoledì 17 agosto 2016

Il bello del nascere in inverno?
Pensarci in estate


Quando abbiamo calcolato approssimativamente la data di nascita eravamo molto contenti. Rosa Maria sarebbe nata a dicembre. Un mese che amiamo entrambi: vuoi per il Natale, vuoi perché conserviamo ricordi molto belli. Le musiche del Natale, la preparazione del Presepe e dell'albero. La messa della veglia di mezzanotte. I regali, i pranzi e le temibilissime giocate a tombola. Insomma di cose che ci piacciono a dicembre ce ne sono davvero tantissime. E siamo stati sempre felici di avvicinarci a questo periodo. A questo proposito, non vi nascondo che un po' mi dispiace quando gli addobbi fuori dai negozi o sulle vetrine spuntano già a fine ottobre. E' un po' come le caldarroste a settembre. C'è una voglia di anticipare i tempi che brucia l'attesa e toglie quello che in siciliano chiamiamo "prio", una felicità particolare che scaturisce dalla parte più vera di noi stessi. Ma torniamo a Rosa Maria. Il fatto che la bambina sarebbe nata col freddo gasava Alessandra che si poteva sbizzarrire in abiti e abitini. Compere inizialmente compulsive frenate da due fattori di non poco conto:

  • il sesso
  • il meteo

giovedì 11 agosto 2016

La sigla che fa impazzire nostra figlia


C'è una sigla che fa letteralmente impazzire nostra figlia. E da quando era proprio piccola piccola. Rosa Maria ha iniziato ad interagire prestissimo. Per nostra fortuna non ama alla follia la televisione. Preferisce la musica. Indica spesso il lettore cd e chiede "lalà lalà", che sta per "metti un cd là papà". In tv, invece, segue con attenzione solo Masha e Orso, il Ballettopolo e i titoli di coda di qualsiasi film o serie tv (mistero!). Il resto, dai cartoni animati ai programmi per bimbi, sembra annoiarla. Preferisce giocare con le costruzioni (cliccando qui puoi vedere lo spot a favore dei papà vittime di costruzioni). Eppure in tv c'è una sigla che, anche a distanza di un anno, continua a farla sorridere e gioire. Parlo di Mofy. Non so perché o quali siano i poteri ipnotici di questa canzoncina... ma davanti a questa sigla e queste note Rosa Maria abbandona qualsiasi gioco o "impegno" e rimane imbambolata davanti al monitor con il sorriso stampato sul volto. Ma sia chiaro: solo la sigla. Il cartone animato, di per sé carino, non le piace. E' la sigla e quel "Tutti insieme, tutti insieme lallalà, lallalà... forza Mofy si può far" che Rosa Maria ama. Le parole sono senza dubbio carine: 

lunedì 25 luglio 2016

Simpatica guida per immagini per aspiranti papà



Ci sono istruzioni più o meno utili. Sicuramente tutto può sembrare surreale ma ogni papà sa bene quanto di vero possa celarsi in queste immagini. Una carrellata davvero simpatica che si può consultare su un particolare manuale di istruzioni su come prendersi cura del proprio cucciolo. 


In questo libro, in vendita su Amazon, ci sono delle esilaranti vignette con le paure più ricorrenti dei neogenitori. Insomma si impara il mestiere più difficile del mondo... sorridendo

Potete sfogliare la gallery 

venerdì 22 luglio 2016

A modo tuo, quando una canzone segna... le lacrime


Ci sono canzoni che entrano nel nostro quotidiano. Ed è come se in quella musica e in quelle parole ci fosse il nostro pensiero. Espresso nel modo migliore. Quelle canzoni entrano di diritto nella nostra vita diventando la colonna sonora di un certo periodo. Per me e Alessandra la canzone che ha segnato i primi giorni di vita della piccola Rosa Maria è stata "A modo tuo", una canzone scritta da Ligabue e cantata da Elisa. Colonna sonora più tempestiva non potevamo trovare. Il videoclip e il singolo sono stati trasmessi un mese prima della sua nascita. 

C'è un'immagine che penso conserverò per sempre. Alla radio questa canzone, io alla guida. Nel sedile posteriore, il volto di Alessandra attraversato da lacrime silenziose. Lei chinata con lo sguardo su Rosa Maria ed io a ruminare quelle parole. Quei passaggi che, da genitore, non possono