.

Follow Us @giovannivillino

martedì 28 agosto 2018

Ospedale Civico di Palermo, recensione sul reparto di ostetricia e ginecologia




Che un uomo faccia una recensione su un reparto di ginecologia è assai curioso. Eppure avendo vissuto a pieno il secondo parto di mia moglie, mi è sembrato doveroso lasciare traccia delle mie impressioni. Sono rimasto piacevolmente colpito da alcuni particolari, il lato bello della Sanità che funziona. Molte volte si dice che la struttura pubblica non sia nelle condizioni di venire incontro ai bisogni e alle esigenze dei pazienti. Il reparto di Ginecologia e ostetricia dell'ospedale Civico Di Cristina Benfratelli è un polo di eccellenza - pubblico - che mette insieme aspetti non sempre sintetizzati nel complesso mondo sanitario isolano. Andiamo ai punti di forza:

  • PERSONALE MEDICO. Il reparto è diretto dal professore Luigi Alio. Noi non abbiamo mai incontrato il primario durante la nostra permanenza in ospedale. Tuttavia Alessandra si è confrontata con medici, ginecologi e pediatri, tutti preparatissimi e umanamente attenti, anche alla psicologia di ogni paziente. C'è tanta scrupolosità. E si percepisce pure dal fatto che non ci siano lamentale in sala d'attesa da parte dei parenti. Le visite dei medici avvengono con puntualità e le medicazioni vengono effettuate con molta attenzione.
  • PERSONALE PARAMEDICO. Sono il lato ancora più umano della struttura. Sarà stato il periodo giusto, ma quasi tutti sono stati mediamente di buon umore. Nonostante un carico di lavoro visibilmente notevole. Dispensano consigli utilissimi e sono pronti ad intervenire in ogni momento. Mi è capitato di avere bisogno del loro aiuto in piena notte e, contrariamente a quanto accade in altre strutture, qui sono sempre svegli e in continuo movimento.
  • AMBIENTI. Buona parte del reparto è stato ristrutturato di recente. Le stanze sono dotate di diversi comfort. Dai letti di ultima generazione alle serrande elettriche che consentono anche ai pazienti di potere gestire autonomamente anche la luminosità.
  • PULIZIA. Tutti i locali, stanze e corridoi, vengono puntualmente puliti. In alcuni casi anche due volte al giorno. I cestini nelle camere svuotati prima che si possano riempire. Non ci sono segnali di passaggio umano sui muri. Un tempo preda di papà graffitari, oggi i nomi vengono sistemati all'interno di alberi di carta appesi alle pareti per celebrare i nuovi nati.
  • INTRAMOENIA. E' possibile scegliere al momento del ricovero una stanza singola. Il costo è di 110 euro a notte, iva inclusa. In pratica si ha la possibilità di avere in camera anche il marito per tutta la durata del ricovero. La presenza dell'uomo durante gli orari di non ricevimento non è, invece, consentita nelle stanze comuni. Il bagno è dotato di water, bidè, lavandino e doccia. Ogni stanza è climatizzata.
Il nostro ricovero, iniziato sabato all'alba, si è concluso lunedì alle tredici circa. E' una struttura in cui anche il parto cesareo prevede permanenze così brevi.

VOTO FINALE: 10

Letti con due telecomandi. Uno è posto al fianco del paziente.

Bagni ben curati

Dispenser con disinfettante presente in ogni stanza

La temibile poltrona reclinabile, tiene svegli: state tranquilli
La corsia del primo piano
Un appello andato a buon fine... 
L'ingresso del complesso operatorio



6 commenti:

  1. In questi anni l'ospedale è cambiato tantissimo.
    Sono felice dell'esperienza che hai avuto e spero di averla anch'io simile alla tua.

    RispondiElimina
  2. Diciamo che le esperienze sono personali. Ma in questo caso ho avuto il racconto di una amica praticamente identico al tuo. Sono felice che non bisogna andare lontano per avere realtà del genere a casa nostra. Alessia.

    RispondiElimina
  3. Ho appena letto questo articolo condiviso su Facebook. Blog davvero spassoso. Bravo. Piccola parentesi: sul Civico penso che ci siano ancora reparti molto indietro. Spero che possa tutto diventare bello come è stato fatto in altre parti dell'ospedale.

    RispondiElimina
  4. Anch'io ho vissuto una straordinaria esperienza. Medici e infermieri straordinari. GRAZIE PER QUESTA RECENSIONE: DA CONDIVIDERE !!!

    RispondiElimina
  5. bella esperienza anche per mia moglie

    RispondiElimina
  6. Stupendo soprattutto la possibilità di far rimanere anche il padre. Nel mio caso sarebbe stato fondamentale

    RispondiElimina