Follow Us @giovannivillino

Visualizzazione post con etichetta ristoranti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ristoranti. Mostra tutti i post

mercoledì 16 novembre 2016

#momentiMcHappyDay anche a Palermo

14:27 0 Comments
Ci sono iniziative che, al di là del marchio, meritano attenzione. Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald presenta il 15° McHappy Day, iniziativa straordinaria di raccolta fondi, che serviranno per supportare le 4 Case Ronald e le 2 Family Room italiane, vere e proprie “case lontano da casa” per le famiglie dei piccoli pazienti di alcuni dei principali ospedali pediatrici italiani e permettere loro di restare uniti. McHappy Day è l’iniziativa che McDonald’s promuove a sostegno di Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald, in occasione della Giornata Mondiale del Bambino, il 20 novembre, nei suoi 540 ristoranti italiani. 15 giorni ricchi di attività e iniziative speciali, dal 13 al 27 novembre 2016, che serviranno a sostenere le 4 Case Ronald e Family Room in Italia, che hanno ospitato finora oltre 33.000 bambini e genitori per oltre 140.000 notti in totale, generando un risparmio di oltre 14 milioni di Euro. 15 giorni di solidarietà per regalare sorrisi e momenti “happy” alle famiglie in difficoltà. Durante la scorsa edizione del McHappy Day sono stati raccolti 356.000 Euro, che hanno contribuito a garantire, solo nell’ultimo anno, circa 23.000 pernottamenti e a tenere le famiglie vicine quando la cura dei loro piccoli è lontano da casa.

domenica 4 settembre 2016

Tendenza "no kids"... che tristezza!

12:30 0 Comments

Ho appena letto un articolo condiviso su facebook: "Qui i bambini non possono entrare": prende piede la tendenza 'no kids'. In pratica tra i criteri di selezione della clientela di ristoranti e hotel c'è il non avere marmocchi al seguito. Qualche anno fa alcuni imprenditori furbastri hanno cominciato a inserire un bel "Vietato l'ingresso ai bambini". Nell'articolo ci sono passaggi assai curiosi, fuori dalle virgolette, che mi hanno messo tristezza e un pizzico di rabbia. Parlando di alberghi, si legge ad esempio:
Posti bellissimi, che con la postilla "no kids" garantiscono ai clienti il valore aggiunto di un soggiorno all'insegna della pace e del relax.
Sono papà e quindi di parte, direte voi. Ma anche quando non era arrivata nella mia vita Rosa Maria, trovavo la vivacità dei bimbi un qualcosa di straordinariamente bello. Il loro correre, giocare, immaginare. E anche lo schiamazzare, sì. Erano un modo per riportarmi con i piedi per terra, alla parte più vera. Personalmente preferisco urla, sorrisi e schiamazzi di bambini al tintinnare di bicchieri di vino, sciocche risate e atmosfere colme di ipocrisia. Purtroppo il nostro è un tempo assai difficile. C'è un'economia che gode sulle solitudini. E non mi riferisco soltanto al tema dell'aver figli per stare allegri. Prendete questo post così, come uno sfogo immediato. Scritto di fretta al telefonino.... Ne parleremo in seguito con più calma.